World Santa Claus Congress: la festa dei Babbi Natale
Dal mondo

Quando estate fa rima con Natale: Babbi Natale di tutto il mondo, unitevi!

    Quando estate fa rima con Natale: Babbi Natale di tutto il mondo, unitevi!

    Facebook
    Twitter
    Google+
    LinkedIn
    Pinterest
    StumbleUpon
    +

    Chi lo dice che l’estate non possa avere un tocco natalizio? Parliamo di un raduno estivo che coinvolge i Babbi Natale di tutto il mondo!

    World Santa Claus Congress

    Il World Santa Claus Congress è un ritrovo che si svolge tutti gli anni nel mese di luglio, per il 2019 sarà dal 22 al 25, nel parco divertimenti “Bakken” a nord di Copenaghen. Giunta alla sua 62sima edizione, promette come sempre uno spettacolo davvero inusuale! Il programma è così ripartito: il 22 luglio si comincerà con una colazione e la presentazione, con bus per visitare la Sirenetta di Copenaghen subito dopo.

    Il pranzo avverrà su un battello, seguito da una sfilata in Piazza del Municipio. Anche il pomeriggio vedrà una grande sfilata per le strade di Bakken con tanto divertimento e gioia per grandi e piccini. Chiude il tutto, uno spettacolo di Muddi e una cena in abiti civili. Il martedì del 23 luglio è la giornata del bagno natalizio con inizio alle 9:45, trasporto a Bellevue Beach fino alle 11:15.

    Prima del pranzo al sacco, ci saranno le montagne russe di Bakken, seguito dal divertimento di una sfilata nelle strade del parco. Il programma continuerò come il primo giorno e finirà con una cena in un ristorante all’interno stesso dell’area del parco divertimenti. Mercoledì 24 luglio ci sarà la festa dell’albero di Natale alle 10.00 del mattino, con la corsa annuale a ostacoli dei Babbi Natale e il pranzo da GRÖD.

    Seguiranno sfilate ed esibizioni, spettacolo di Muddi alle 16:15 fino alle 17.00. L’ultimo giorno, giovedì 25 luglio, lo spettacolo comincerà direttamente alle 11.00 del mattino con il Pentathlon dei Babbi Natale, dopo tanto sport gli spettatori si rifocilleranno con il pranzo e proseguiranno con parate, sfilate, un ulteriore spettacolo di Muddi all’aperto e, per finire, la cena di gala che durerà ben 4 ore, fino alle 22.00.

    Cos’è?

    Il congresso del World Santa Claus avviene puntualmente ogni anno e rappresenta un punto di incontro per i Babbi Natale, Mamme Natale ed elfi provenienti da tutto il mondo. Così facendo avranno non solo l’opportunità di incontrarsi ma anche quella di crescere a livello professionale e personale, senza considerare il fatto che il congresso stesso organizzi il tutto in modo da promuovere il commercio inerente a questa figura.

    Questo evento sociale è organizzato dal Bakken e dalla Danish Santa Claus Guild. Il Bakken è uno dei parchi divertimento più famosi della Danimarca ed è proprio qui che viene organizzato ogni anno il famoso congresso. Ma perché scegliere proprio luglio come periodo? La motivazione è che tutti i Babbi Natale sono davvero molto impegnati nel mese dicembrino e, di conseguenza, lo storico organizzatore, il professor Tribini, ha deciso di scegliere luglio e di attrarre tutti i protagonisti del Natale, oltre a migliaia di spettatori desiderosi di rivivere l’atmosfera natalizia in un mese caldo e afoso.

    La parata

    Una delle attrazioni preferite dagli spettatori è la parata natalizia, un momento tradizionale che interesserà tutte le giornate dell’evento. Ciò avviene non solo al Bakken ma anche nelle strade di Copenaghen.
    Nel primo giorno del congresso, la parata interessa la strada principale della città mentre per tutti gli altri giorni avverrà nel parco. L’attrazione principale è Pjerrot, un simpatico folletto seguito da una grande orchestra con 20 folletti musicisti, le mogli di Babbo Natale che sfilano preparate a festa, tanti personaggi a tema come renne e peluche giganti e, ovviamente, moltissimi Babbi pronti ad allietare tutti i visitatori.

    Una particolarità della parata è che la musica e lo sfarzo sono sempre seguiti da piccoli regalini e dolci donati ai bambini che passano, un piccolo gesto che lascia intatto lo spirito natalizio tipico della festa. Anche agli adulti è chiesto di portare dei dolci da casa e regalarli, in uno spirito di convivialità e generosità davvero ammirevole.

    Il footbhat annuale

    Come unire le vacanze estive con lo spirito natalizio? Con un bel bagno di Natale. Vicino al Bakken c’è, infatti, la spiaggia Bellevue con un’acqua che non è sempre calda a luglio, anzi. Le temperature fresche e piacevoli, tipiche della Danimarca, potranno spaventare qualcuno ma la maggior parte dei partecipanti non si lascia intimidire e fa il loro tuffo per non perdere questa tradizione annuale. Questa esperienza sarà davvero fuori dal comune, qualcosa che potrai trovare solo ed esclusivamente al World Santa Claus Congress.

    Come partecipare

    Per partecipare al congresso ti servirà sapere alcune informazioni: sul sito ufficiale di Bakken ( https://www.bakken.dk/english/ ) potrai pianificare tutto il tuo tour e acquistare online i biglietti del parco. La location si trova a nord di Copenaghen, potrai facilmente raggiungerla anche con i treni e scendere a Klampenborg, da qui procedere a piedi, taxi o in noleggio bici.

    Sul sito ufficiale potrai anche registrarti come membro del MIT Bakken così da risparmiare sul biglietto del tour ed essere sempre aggiornato con le newsletter in merito ai vari eventi del gruppo.
    Non esiste la tariffa di ingresso per tutti coloro che si presenteranno in costume natalizio! La checklist per partecipare vedrà quindi degli abiti a tema Natale per entrare all’interno dell’evento, dell’abbigliamento civile da utilizzare per le attività quotidiane, il costume da bagno e asciugamano natalizio, dolci da distribuire ai piccoli durante le parate, la bandiera nazionale di Babbo Natale per le sfilate.

    Sono utili anche la protezione solare, il cellulare e la fotocamera per scattare foto e video da ricordare e far vedere agli amici, eventuali oggetti e prodotti per la toeletta/salute e, infine, tutti i documenti per chi viaggia da lontano come il passaporto e la carta di credito.

    Perchè in Danimarca? La patria dei maglioni di Natale e delle tradizioni natalizie

    È impossibile non associare la Danimarca con il Natale, Copenaghen è stata eletta la capitale mondiale di questa festività. Nessun altra città al mondo lo festeggia come Copenaghen : qui si comincia la montare le decorazioni fin da novembre, si festeggiano decine di tradizioni legate all’evento, tutte le case, i centri commerciali e i negozi si illuminano e vengono decorati non solo con le classiche lucine ma anche con renne, orsi polari, abeti innevati e tutto ciò che possa suggerire l’atmosfera del Natale.

    Tuborg, uno dei marchi di birra più famosi al mondo, proprio in questi giorni festivi, mette in commercio la sua birra di Natale che viene sorseggiata da tutti i danesi. In alternativa c’è la julebryg, ovvero, la birra di Natale che è un po’ scura e forte rispetto a quella normale. Le pasticcerie sfornano unicamente i dolci natalizi che hanno l’odore tipico della cannella, dello zenzero e della vaniglia.

    Anche il centro storico della città si riempie dei classici mercatini di Natale, sono ben 7 ad allietare gli abitanti e i turisti che vengono appositamente da lontano per vivere questa atmosfera incantata. Per capire bene perché la Danimarca sia il paese del Natale bisogna comprendere tutte le tradizioni ad essa legate.

    Tradizioni natalizie in danimarca

    Ogni anno la tradizione comincia con la Corona di Avvento, ogni corona presenta sulla propria superficie quattro candele, ognuna di esse dovrà essere accesa in una delle quattro domeniche del mese; ciò servirà per il classico conto alla rovescia dell’avvento, quello che precede il Natale. La Corona di Avvento è davvero bellissima, con sottilissimi ramoscelli di abete rosso, bacche, pigne, candele bianche e nastri utilizzati per attaccare la corona non sulla porta ma direttamente sotto il soffitto.

    Insomma, è davvero molto diversa rispetto alle ghirlande italiane e hanno un effetto molto più scenografico. Un’altra tradizione molto bella è la Candela del Calendario: la candela ha 24 segni, ognuno di essi decorati con folletti, abeti o altri simboli natalizi. Essa dovrà essere accesa dal primo dicembre, meglio se per colazione, e spenta appena una tacca verrà bruciata.

    Ciò servirà come avvento (seguendo tutti i passaggi si arriverà precisamente al 24 dicembre) ma anche come esercizio di rilassamento e attenzione, non sorprende che i genitori danesi facciano svolgere questo compito ai loro bambini. Anche in Danimarca c’è il classico albero di Natale, obbligatorio in tutte le famiglie e solitamente posto all’esterno e all’interno della casa, illuminato da centinaia di luci bianche o colorate.

    Chi non ha un giardino o degli alberi può semplicemente decorare l’esterno e il balcone con gli elementi tipici della festa. L’interno della casa non è lasciato disadorno ma decorato riccamente con festoni, stelle, oggetti familiari trasmessi di generazione in generazione, piccole decorazioni e tutto ciò che a una famiglia piace in particolar modo. L’obiettivo è quello di creare un’ atmosfera natalizia che non sacrifichi la personalità dei protagonisti.

    Per quanto riguarda il lato gastronomico, la cucina tradizionale danese offre moltissimi spunti per i piatti natalizi: dal salmone al granchio, dalla platessa fritta alle polpette con cavolo rosso, passando per il maiale arrosto con mele fritte e il sanguinaccio con sciroppo; insomma, la lista è davvero molto lunga e capace di soddisfare anche i palati più esigenti.

    Che si tratti di un piatto di carne o di un piatto di pesce, tutto è accompagnato dal pane e burro. E restando in tema di leccornie culinarie, il centro di Copenaghen sarà costellato di tantissimi ambulanti che friggeranno le frittelle tradizionali, ottime da gustare tra un mercatino e l’altro. Il Calendario dell’Avvento è un’altra tradizione secolare danese, negli ultimi anni è diventato di utilizzo comune anche in Italia.

    È prassi in Danimarca che tutti i ragazzi ne ricevano più di uno, con il tempo ha anche assunto sfumature diverse. Basti pensare che i due canali televisivi più importanti producono ogni anno una serie televisiva nuova con 24 episodi da seguire fino alla Vigilia. Anche i francobolli e le cartoline natalizie rappresentano un rito irrinunciabile.

    Arrivati alla loro 103sima edizione, il primo francobollo natalizio mai stato creato ha proprio origini danesi; dal 1904 viene prodotto, annualmente, un nuovo pezzo da collezione che verrà venduto unicamente nel periodo di Natale.
    La notte di Santa Lucia viene celebrata tra il 12 e il 13 dicembre, in questa serata speciale cori di ragazzi e ragazze cantano gli inni tradizionali nelle scuole, negli ospedali e nelle case di riposo della Danimarca. Per finire, dopo la cena della Vigilia, le famiglie girano intorno all’albero cantando e ballando, carichi di amore e di tanto cibo.

    I maglioni di natale danesi

    Uno dei simboli del Natale è sicuramente il maglione di natale danese. Che sia oggetto di ilarità o di tendenze fashion, negli ultimi anni tutti ne bramano uno. La tradizionalità della lavorazione a maglia rende questi maglioni di ottima qualità, molto resistenti e caldi, così che possano essere indossati per tanti altri Natali a seguire.

    La particolarità più apprezzata, però, è la ricerca di un design che riesca a trasmettere calore e amore per il Natale fin dal primo sguardo. Ecco quindi i maglioni che si animano di renne, fiocchi di neve, simboli caratteristici e altre grafiche simpatiche. Le coppie più romantiche tendono anche a regalarsi capi abbinati, così che l’atmosfera si tinga di sentimento.

    In conclusione, se ami il Natale e vuoi allontanarti dal caldo di luglio, vola a Copenaghen per partecipare a un evento davvero speciale.

    Facebook
    Twitter
    Google+
    LinkedIn
    Pinterest
    StumbleUpon
    +
      error: i contenuti su questo sito sono protetti dalle regolamentazioni italiane ed internazionali in materia di copyright. Ogni illecito verrà prontamente segnalato via DMCA senza alcun preavviso