Expo Dubai 2020: Ecco perchè le Aziende Italiane dovrebbero approfittare di Expo Dubai 2020
Business & Startup

Aziende italiane ad Expo Dubai 2020: Occasione da non perdere

    Aziende italiane ad Expo Dubai 2020: Occasione da non perdere

    Facebook
    Twitter
    Google+
    LinkedIn
    Pinterest
    StumbleUpon
    +

    Quella di Expo Dubai 2020 sarà un’importantissima occasione per le aziende italiane per farsi conoscere all’interno di un mercato che apprezza sempre di più il business del nostro paese. Con una popolazione composta da 90% di stranieri, Dubai è sicuramente un centro di grande attrazione commerciale per chiunque voglia investire negli Emirati Arabi.

    Qui, secondo gli analisti di Frost and Sullivan, la popolazione comprende giovani con redditi medio-alti e super tecnologici, con una penetrazione di Internet e della telefonia mobile in continua crescita. Secondo i rapporti di Google, gli Emirati sono anche ai primi posti della classifica mondiale quanto a “global smartphone penetration”, con un 91,9% della popolazione che ha accesso ad Internet. Questo pone le basi per lo sviluppo di marketplace ed e-commerce di successo, ma non solo.

    Valentina Setta, Console Generale d’Italia ha raccontato alla rivista Ristorazione Italiana Magazine, in occasione del Gulfood, che gli italiani negli Emirati sono “imprenditori, architetti, ingegneri, medici, designer, avvocati, consulenti, professori, banchieri, manager, chef. Si tratta di una comunità relativamente giovane, ben integrata e ben accolta nel Paese”.[1]

    La qualità del Made in Italy

    In tutto il mondo Made in Italy è sinonimo di qualità, ma in particolare nel mondo arabo. I prodotti italiani sono apprezzati per la loro unicità, innovazione, qualità dei materiali. Tutto ciò che è italiano genera un’immediata simpatia. La moda in particolare è legata all’Italia: Mario Resca, presidente Confimprese ha affermato che “Quanto al fashion i Paesi […] del Medio Oriente sono affamati di marchi italiani che dettano legge in fatto di moda”.[2]

    Tuttavia bisogna ricordare anche le macchine (Ferrari in testa), la cucina (molti dei ristoranti italiani a Dubai si trovano all’interno di grandi alberghi internazionali), ma anche il design: gli EAU del resto rappresentano il primo mercato di destinazione del nostro export tra i Paesi del Medio Oriente e Nord Africa.

    Valentina Setta conferma che i prodotti italiani maggiormente apprezzati fanno parte delle categorie del Food, Fashion e Furniture. In generale i settori predominanti nell’export sono quelli del lusso, in particolare la gioielleria, seguiti dai macchinari industriali, prodotti petroliferi raffinati, cosmetica, automotive, ma anche altri settori merceologici del Made in Italy, come le attrezzature medicali ed elettriche.

    Expo 2020: un’occasione per le aziende

    L’Expo sarà l’occasione per rafforzare l’immagine internazionale del Paese e una grande opportunità di affari per le aziende italiane. Al momento, più di 700 aziende nostrane, di cui più della metà PMI, si sono già registrate sul portale di eSourcing dell’Expo. Certo è necessaria cautela per affermare la propria presenza negli Emirati, ma l’Expo sarà in grado di rafforzare la fiducia nell’economia italiana.

    Ma tutto non finirà con l’Expo, anzi, sarà solo l’inizio: gli emiri hanno già deciso che il dopo Expo sarà un centro fieristico con alberghi e centri commerciali, con nuove opportunità di affari per le aziende italiane, soprattutto quelle attive nei settori dell’arredo e luci da interno ed esterno, materiali da costruzione sostenibili e ICT.

    L’Italia sarà protagonista: parola di Paolo Glisenti

    Paolo Glisenti, commissario italiano per Expo Dubai 2020, giovedì 19 aprile ha incontrato i membri della Conferenza delle Regioni e ha sottolineato che “il secondo tema della nostra partecipazione è legato al ruolo dell’Italia nel mediterraneo e quindi tutti i territori italiani che interagiscono con l’area del mediterraneo avranno modo di mostrare le loro eccellenze all’Expo di Dubai. Sarà un modo per portare le regioni italiane a una grande visibilità”.[3]

    Insieme al Presidente di SACE Beniamino Quintieri, Glisenti ha firmato a febbraio un accordo per sostenere le imprese italiane in questa occasione, supportandole con iniziative concrete in settori chiave per lo sviluppo di EXPO quali infrastrutture, costruzioni, design, arredamento e servizi.

    Insomma, Expo Dubai 2020 sarà assolutamente un’occasione di business da non perdere!

    [1] http://www.ristorazioneitalianamagazine.it/valentina-setta-console-dubai/

    [2] http://it.fashionnetwork.com/news/Moda-Made-in-Italy-boom-di-aperture-nell-Est-Europa-e-in-Medio-Oriente,968419.html#.WtmpGIhuaUk

    [3] http://www.regioni.it/news/2018/04/19/regioni-glisenti-saranno-grandi-protagoniste-expo-dubai-2020-558252/

    Facebook
    Twitter
    Google+
    LinkedIn
    Pinterest
    StumbleUpon
    +
      error: I contenuti su questo sito sono protetti dalle regolamentazioni italiane ed internazionali in materia di copyright. Ogni illecito verrà prontamente segnalato via DMCA senza alcun preavviso